top of page

Greens: senza collard, ma con il cavolo nero, proviamo a salvare il Thanksgiving

Una tavola di festa non è completa senza collard greens, in particolare se siamo in una casa afro-americana. Il presidente Obama, la prima sera alla Casa Bianca da presidente, mangiò collard greens a cena.

I collard greens erano una delle poche verdure che gli afro-americani potevano coltivare nelle loro case durante la schiavitù e con questa verdura ricreavano le originali tecniche di cucina africane.

Per questo i collard greens si sono insinuati nelle tavole del Thanksgiving, specie nei paesi del Sud.

Greens: versione italiana dei collard greens

Collar greens: ma in Italia ci sono?

Sono 3 anni che con mio marito cerchiamo di capire se in qualche modo sia possibile trovare i collard greens veri in Italia, ma ancora non abbiamo trovato una soluzione.

Anzitutto, provate a mettere su google translate le parole collard greens: google traduce con "cavolo cappuccio".

Ora guardate le immagini: sulla sinistra vedete una piantagione di collard greens, mentre sulla destra una di cavolo cappuccio. Per quanto possano somigliare, i collard sembrano più un cespuglio con solo foglie, mentre il cavolo cappuccio è sì un cespuglio, ma attaccato a terra e con un cuore di "cavolo".


Il vero problema è che i collard greens in Italia non ci sono!

Le coltivazioni di collard sono in molti paesi, ovviamente negli Stati Uniti, in Sud America (Brasile), in tanti paesi dell'Africa (Zambia, Sud Africa, Tanzania, Uganda, Kenya) e in Europa solo nei Balcani, nel nord della Spagna e in Portogallo, ma nessuna traccia in Italia.

E quindi?

Negli ultimi 3 anni, abbiamo fatto una serie di test: cime di rapa, friarelli, cavolo cappuccio e cavolo nero! La verdura che ha dato le migliori prestazioni e che ricorda meglio i collard greens è in tutto e per tutto il cavolo nero, che è anche un super food e quindi fa bene!

Ecco qui quindi la mia versione di collard greens, senza collard, ma con cavolo nero.

Enjoy.


Ingredienti (per 4 persone)

  • 1 kg circa di cavolo nero

  • 2 cipolle grandi tagliate a dadini

  • 4 spicchi d'aglio tritati piccoli

  • 3 o 4 (o se piace piccante anche 6) di peperoncini verdi (io ho usato questi https://www.ilviaggiatorgoloso.it/prodotti/peperoncini-lombardi/)

  • 1 coscia di pollo (o nel caso l'aveste, ma ne dubito una coscia di tacchino affumicato) e 1 sovracoscia

  • 1 cucchiaino di spezie Cajun (io uso questo preso su AMAZON)

  • 2-3 cucchianio (tsp) di peperoncino rosso tritato

  • 3 cucchiaino (tsp) di aglio in polvere

  • 500 ml (3 cups) di brodo di pollo

  • 2 cucchiai (tbsp) di aceto bianco

  • 2 cucchiai (tbsp) di zucchero di canna

  • sale e pepe quanto basta

  • olio d'oliva

Procedimento

  • Tagliate e preparate i greens: dopo averli lavati bene, separate la foglia dalla costa e tagliate in pezzi medio - piccoli (per non buttare le coste, consiglio una frittata con le coste di cavolo nero - è buonissima) - lasciate da parte.

  • Preparate il soffritto in una pentola capiente: versate 1 cucchiaio di olio d'oliva e aggiungete cipolla e peperoncini verdi (li tengo interi perché se ci sono bambini é meglio toglierli, potete anche tagliarli a dadini). Fate rosolare la cipolla e in ultimo aggiungete l'aglio tritato. Fate saltare il tutto un minuto.

  • A questo punto togliete un attimo dal fuoco e aggiungete i tagli di pollo, un po' di peperoncino e il brodo. Coprite con un coperchio e lasciate cuocere per circa un'oretta.

  • Infine aggiungete i greens tagliati, l'aceto, lo zucchero, l'aglio in polvere, sale e pepe. Mescolate. Probabilmente non entreranno tutti i greens nello stesso momento - aspettate qualche minuto: il cavolo nero comincerà a perdere l'acqua e il volume si ridimensionerà. Quando siete riusciti a mettere tutto il cavolo nero nella pentola, coprite con il coperchio e lasciare cuocere dalle 2 alle 3 ore. Il tutto è pronto quando la carne del pollo si stacca dall'osso.

  • Servite caldo!

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page