top of page

Calamari ripieni - stuffed calamari

Parte 1: pulizia dei calamari

Partiamo dal presupposto che la pulizia dei calamari è un servizio che potete richiedere in pescheria. In alcuni casi lo fanno pagare, in altri no quindi consiglio di chiedere sempre.

In tutti i casi la pulizia del calamaro è gestibile anche a casa, questi gli step principali:


  1. Separa i tentacoli e la testa: tirate i tentacoli per separarli dal corpo del calamaro. In maniera abbastanza semplice dovrebbe venire via tutto insieme: tentacoli, testa e la parte interna del calamaro.

  2. Rimozione del nero di calamaro: ebbene sì, non solo la seppia ha il famoso nero, ma anche il calamaro. Lo potete rimuovere con le dita, sembra una piccola vena nera. Potete provare a usarlo in qualche ricetta al posto del nero di seppia, basta inciderlo con un coltello e spremerlo.

  3. Tagliare i tentacoli e rimuovere il becco: i tentacoli sono tutti da mangiare, l'unica parte da rimuovere è il becco che sentirete subito perché particolarmente duro rispetto a tutto il resto. Potete aiutarvi con un coltello.

  4. Cartilagine: infine rimuovete la cartilagine dal corpo del calamaro.

  5. Pelle: la pelle del calamaro è assolutamente da mangiare, ma potete decidere di toglierla (è semplicissimo, viene via da sola praticamente), per una questione di presentazione. Secondo me dipende dalla ricetta: se volete qualcosa di più rustico io terrei la pelle, per qualcosa invece di più raffinato eliminatela.


Parte 2: calamari ripieni



Ingredienti
  • 8 calamari di piccole/medie dimensioni (corpo diviso dai tentacoli)

  • 80 gr di pane ai cereali/integrale morbido (non utilizzate la crosta in caso, separate la mollica dalla crosta e con la crosta fate del pane panko)

  • 1 uovo

  • 1 spicchio d'aglio

  • prezzemolo a piacimento

  • capperi sotto sale (un cucchiaio)

  • 30-40 gr di vino bianco

  • sale e pepe

  • olio

Procedimento
  • Dopo aver pulito i calamari, tagliate i tentacoli a piccoli pezzi

  • Accendete il forno a 200°

  • Mettete una padella sul fuoco a fuoco lento con: olio, lo spicchio d'aglio, i tentacoli e i capperi. Fate saltare per qualche minuto (3/4) e poi sfumate con il vino. Lasciate raffreddare.

  • In una ciotola prendete la mollica che avrete spezzettato con le mani. Unite l'uovo e aggiungete sale e pepe. Lavorate il composto con le mani.

  • Aggiungete i tentacoli e mescolate il composto. Aggiungete infine il prezzemolo e date un'ultima mescolata.

  • A questo punto riempite il corpo dei calamari con le mani o aiutandovi con un cucchiaino. Potete chiudere con uno stuzzicadenti, ma potete anche lasciare aperto - in questo secondo caso il calamaro si doterà di un simpatico ciuffetto fatto del composto.

  • Mettete un po' d'olio in una teglia e adagiate i calamari. Mettete in forno e lasciate cuocere per circa 20 minuti.

16 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti

1 Comment


Carlotta Vitale
Carlotta Vitale
Aug 24, 2023

Erano buonissimi! 👏👩‍🍳🥇

Like
bottom of page